Accedi al sito
Serve aiuto?
Gentile Cliente, tra non molto si attiveranno i riscaldamenti e vogliamo ricordarti alcune operazioni semplici ma essenziali per un corretto funzionamento dell’impianto di risaldamento.
 
                                                          OPERAZIONI DA EFFETTUARE :

 Controllo pressione 1 –  Controllare la pressione del circuito di riscaldamento tramite lo strumento di controllo ( piccolo manometro) sul cruscotto della 






caldRubinetto di caricoaia, deve segnare ad impianto freddo una pressione tra 1- 1,5 bar, qualora fosse più bassa occorre reintegrare la pressione tramite un piccolo rubinetto di carico che si trova   sotto la caldaia.
 





NB: se involontariamente si carica la pressione ad un valore più alto di quello consigliato basterà aprire un qualsiasi rubinettino di sfiato di un termosifone per fare abbassare la pressione al valore consigliato.
 
Regolazione Temperatura 2 – Verificare se la caldaia è messa in posizione invernale, sempre nel cruscotto della caldaia si trova un selettore che identifica la stagione estiva e la posizione invernale quest’ultima si identifica con il simbolo della neve o con il simbolo del termosifone.


 
Cronotermostato 3 – Verificare (se è presente) il cronotermostato se è impostato con la temperatura adeguata per fare partire l’impianto, inoltre e buona norma in cronotermostati alimentati con batteria verificarne che le stesse batterie siano cariche.



 
 Controllo temperatura dell'acqua
4 – Dopo l’accensione dell’impianto di riscaldamento aspettare circa 30 minuti e verificare se la parte terminale del termosifone si è riscaldata, se dovesse risultare fredda aprire il piccolo sfiato manuale presente nella parte terminale del termosifone e fare sfiatare l’aria fino a quando non uscirà dell’acqua (*), dopo andare in caldaia e reintergrare la pressione tramite il piccolo rubinetto di carico.
(*) se durante la fase di spurgo, l’acqua esce di colore scuro quasi nera, ti consigliamo di chiamarci per valutare con i nostri tecnici un lavaggio dell’impianto di riscaldamento che oltre a danneggiare la caldaia vi incide sulla bolletta del gas facendo lievitare i consumi anche del 15% e quindi una bolletta più costosa.
Inserire collegamento al sito internet del lavaggio impianto.
 
IMPORTANTE: VERIFICARE CHE AD IMPIANTO CALDO LA PRESSIONE SIA RIMASTA  COSTANTE (rif.paragrafo1), SE LA PRESSIONE RISULTA PIU’ ALTA DI QUELLA IMPOSTATA IN PRECEDENZA, CONTATTACI PER UNA VERIFICA DEL CORRETTO FUNZIONAMENTO DEI COMPONENTI INTERNI DELLA CALDAIA.
 
SCHEDA DI COMPILAZIONE RICHIESTA INTERVENTO